'Dare alla memoria un futuro' - Pellegrinaggio ai campi di sterminio nazisti

immagine relativa alla pagina

Già dall'immediato dopoguerra gli ex deportati, comprendendo il forte potenziale di coinvolgimento in un pellegrinaggio ai campi di sterminio per trasmettere la memoria delle tragedie del nazi-fascismo, hanno deciso di organizzare viaggi nei lager rivolgendosi alle scuole, alle istituzioni e alla cittadinanza, con il coinvolgimento dei superstiti e dei familiari dei deportati uccisi in qualità di “accompagnatori” d’eccezione.

La Provincia di Genova prima e la Città metropolitana ora, coinvolte dagli anni '80 da Aned, hanno sempre risposto positivamente alla richiesta di collaborazione avanzata dalla Sezione ANED di Genova per portare studenti della scuola secondaria di secondo grado in visita a Mauthausen in occasione della commemorazione internazionale della liberazione del campo (5 maggio 1945).

Mauthausen con i suoi sottocampi è indissolubilmente legato alla deportazione italiana, che è stata caratterizzata da una prevalenza di deportati politici e in quel lager si svolge ogni anno una cerimonia internazionale per confermare i valori di pace, solidarietà e uguaglianza su cui si fonda l’Europa.

Città metropolitana, come Regione Liguria, Comune di Genova ed altri enti, versa ogni anno un contributo economico per coprire le quote viaggio di un pullman di studenti della secondaria superiore. Inoltre supporta l'Aned nell'organizzazione del viaggio contattando i diversi istituti del territorio metropolitano, secondo un criterio di rotazione, per individuare gli studenti partecipanti. Infine organizza l'incontro conclusivo dell'evento presso la propria sede istituzionale.