L'orientamento nelle scuole

L'orientamento nelle scuole

Le "Linee guida del sistema nazionale dell'orientamento permanente" emanate dal MIUR nel 2014 danno particolare rilevanza:

  • alla centralità del sistema scolastico, nella sua interezza, dai 3 ai 19 anni, nell’ambito del sistema nazionale sull'orientamento permanente;
  • all’importanza di un curricolo formativo unitario e verticale;
  • alla predisposizione di uno specifico Piano all’interno del POF (Piano dell'Offerta Formativa;
  • alla formazione iniziale e in servizio dei docenti in tema di orientamento;
  • al richiamo al Patto di corresponsabilità educativa.

Le linee guida sanciscono il cambiamento di prospettiva sull'orientamento che passa da essere inteso come uno strumento che aiuta a gestire la transizione tra scuola, formazione e lavoro ad essere concepito come un supporto alla persona nei processi di scelta e decisione per promuoverne l'occupazione attiva, la crescita economica e l'inclusione sociale.

In questa prospettiva le linee guida hanno sottolineato l'importanza delle funzioni di orientamento di competenza delle scuole secondarie di primo e di secondo grado evidenziandone il ruolo strategico nella lotta alla dispersione ed all'insuccesso scolastico.
La scuola ha un ruolo centrale nei processi di orientamento dai 3 ai 19 anni tramite:
l'orientamento formativo o didattica orientante (acquisizione di abilità e competenze
l'accompagnamento (azioni volte a fare il punto su di se e sul mercato)

Per supportare le scuole in questi percorsi Regione Liguria, tramite la propria agenzia Alfa, ha sviluppato un percorso di lavoro corredato da un manuale di supporto "Progettiamoci il futuro - Percorso di orientamento" per sviluppare un percorso di orientamento nelle scuole che si rivolge a bambini e studenti partendo dagli ultimi anni della scuola primaria (ex elementari), attraversando tutta la scuola secondaria di primo grado (ex medie) per arrivare ai ragazzi che frequentano le scuole secondarie di secondo grado e degli Istituti di Istruzione e formazione professionale per sostenerli nello sviluppare il proprio progetto di formazione o direttamente professionale
Per ogni gruppo di studenti sono disponibili strumenti di lavoro relativi alle aree:

  • conosci te stesso;
  • conosci il mercato del lavoro;
  • conosci la società;
  • conosci le opportunità formative.

Il progetto offre un sistema di opportunità alle scuole aderenti:

  • Una guida per i docenti con attività pronte per essere realizzate
  • Incontri di formazione per docenti dedicati alle attività e all'orientamento
  • Supporto nella costruzione del percorso più adatto a ciascuna classe e alle realizzazione delle diverse attività
  • Individuazione di testimonial, aziende e servizi del territorio per realizzare incontri dedicati ai ragazzi
  • Test e colloqui di orientamenti realizzati da esperti
  • Momenti di aiuto alla scelta dedicati a genitori e famiglie

Alfa ha sviluppato il portale dedicato, presente nei collegamenti di questa pagina, per approfondire le informazioni sul progetto.
Le scuole e gli insegnanti possono chiedere ulteriori informazioni scrivendo all'indirizzo email presente nella pagina. I genitori possono richiedere ai Dirigenti scolastici ed agli insegnanti degli istituti frequentati dai propri figli di attivare una collaborazione con ALFA per consentire ai propri figli di beneficiare dei laboratori e delle attività promosse da Regione che vengono fornite gratuitamente alle scuole.

Ad oggi (febbraio 2020) il progetto ha :
coinvolto oltre 5000 studenti
il 91% dei genitori ha riscontrato un impatto positivo sui propri figli
Il 78% dei bambini dei comprensivi hanno dichiarato un incremento della propria conoscenza delle competenze chiave
Il 57% dei ragazzi delle superiori e IeFP hanno dichiarato un incremento della propria consapevolezza delle competenze richieste nelle diverse professioni ed il 48% una maggiore consapevolezza delle proprie softskills